lunedì 12 dicembre 2011

Così la quiete

I tuoi occhi sono trasparenti come la colla
e mescita di riluttanze sono le mie intenzioni.

Tu risali le tue speranze dall’obliquo dei tuoi desideri
ed io mi ammanto di neve e di attese.

Biforcazione tra due poli di attrazione
questo calore, che mi desta a star fermo.

E così la quiete mi appare tra le stanze della mente e delle dita,
disteso e pieno di voluttuose enfasi sulle mie immaginarie vite possibili.

2 commenti: